Assemblee studentesche e assemblee di classe

  1. Il Comitato studentesco, costituito dai rappresentanti d’Istituto e dai rappresentanti di classe, può riunirsi una volta al mese, in orario scolastico, previa richiesta al Direttore, per discutere argomenti inerenti la vita scolastica.
  2. L’assemblea d’Istituto è convocata su richiesta della maggioranza del Comitato studentesco, o dal 10 % degli studenti. L’ o.d.g. (Ordine Del Giorno) e la data dell’ assemblea devono essere presentati al Direttore almeno 5 gg. prima, per consentire al Capo d’Istituto di preavvisare gli studenti e le loro famiglie della data e del luogo in cui si terrà l’assemblea.
  3. L’assemblea d’ Istituto ha luogo, di norma, nei locali scolastici (eccezionalmente, con autorizzazione del Direttore, fuori di essi). Può essere chiesta una volta al mese, evitando che siano sempre interessati gli stessi giorni, nel limite delle ore di lezione di una giornata.
  4. Alle assemblee possono partecipare esperti di problemi sociali, culturali, artistici e scientifici previa autorizzazione da parte del Direttore al quale devono essere segnalati i nominativi degli interessati
  5. L’ordinato svolgimento dell’assemblea d’Istituto deve essere assicurato dal Comitato studentesco mediante la costituzione di un adeguato “Servizio d’ordine”.
  6. All’assemblea d’Istituto hanno diritto di assistere il Direttore od un suo delegato, e gli insegnanti che lo desiderano.
  7. Il Direttore ha potere di sospendere l’Assemblea d’Istituto in caso di violazione del regolamento, di constatata impossibilità d’ordinato svolgimento del dibattito o di palese impedimento dell’esercizio democratico dei diritti dei partecipanti.
  8. Prima dello svolgimento dell’assemblea d’Istituto, i docenti della prima ora di lezione procederanno all’appello dei presenti. Gli studenti che non vi vogliono partecipare, svolgeranno attività di studio autonomo nelle aule scolastiche con l’assistenza dei docenti (che, pertanto, rimarranno in servizio).
  9. L’assemblea di classe può avere luogo una volta al mese in orario scolastico, nel limite di due ore consecutive di lezione di una giornata. Non può essere tenuta sempre nello stesso giorno della settimana, né interessare la stessa materia. La richiesta deve essere fatta al coordinatore di classe con 5 gg. di preavviso su apposito modulo firmato dai docenti che mettono a disposizione le ore e con l’indicazione dell’o.d.g.­ (Ordine Del Giorno).
  10. Gli insegnanti delle lezioni interessate devono essere preventivamente avvisati, ma non hanno il potere di impedirla.
  11. E’ diritto del Direttore e dei docenti che lo desiderano, assistere all’assemblea di classe. E’ facoltà degli studenti chiedere al docente di non assistere all’assemblea, in tal caso tuttavia il docente controllerà di tanto in tanto che l’assemblea si svolga regolarmente e potrà intervenire a sospenderla, qualora arrechi disturbo alle altre classi o, esaurito l’o.d.g., sia utilizzata impropriamente per “fare altro” (giochi, studio individuale, conversazione, ecc…).
  12. Negli ultimi trenta giorni dell’anno scolastico non può essere tenuta alcuna   assemblea.